Luciana ed il bonsai.

1980-’81: Luciana allora. Mi ero incondizionatamente arresa (dopo aver resistito a lungo ma, ahimè! Invano) al potere di seduzione del bonsai. Abitavo in montagna ed avevo imparato a riconoscere le essenze e le loro esigenze stagionali, acquisendo esperienza nella raccolta in natura; lessi tutto ciò che, in italiano, era possibile allora reperire sull’argomento-bonsai; studiai le figure, come i bambini, sui libri in inglese.

 

Giovanni Genotti, pioniere dell’arte Bonsai, grande maestro ed amico.

Di Suiseki non si parlava; poco anche di Bonsai; in Italia, “Bonsai, Arte e Natura” Edizioni: Casani e Volontario, fu il primo periodico specializzato, distribuito su abbonamento. Il n°1 uscì nel 1981.

1982a 1982b Fu su quella piccola pubblicazione, inizialmente in bianco e nero, che comparve nel 1982, per la prima volta, la parola SUISEKI, …e l’immagine di una pietra tagliata del lago Taiko, Cina.

1983 “Bonsai Arte e Natura 1983”: “paesaggi Rocciosi nel Giardino a Suzhou, Cina”

1985 “Bonsai Arte e Natura1985”: Questo suiseki, che era stato esposto ad Osaka, fu il primo suiseki, completo di daiza, che vedemmo pubblicato su di un periodico italiano.

1986 “Bonsai Arte e Natura 1986”: un pen-sai con vegetazione praticamente assente. La roccia era cinese, ma identica alle pietre di palombino ligure non pulite.

All’atto della sua costituzione, mi iscrissi all’ABAN, Associazione Bonsai Arte e Natura, seguendo le iniziative che l’Associazione promuoveva.

ABAN 1988: Dimostrazione di Mr Terakawa.